Nel giugno 2017, il Consiglio Direttivo della ISMST (International Society for Medical Shockwave Treatment) ha pubblicato una versione aggiornata del “Consensus Statement” originario relativo a termini e definizioni nell’uso delle Onde d’Urto. In questo documento, in base al tipo di generatore, si precisa la distinzione fra Onde d’Urto focali (che comprendono anche la variante “onde d’urto defocalizzate”) e le Onde Radiali o “pressorie”, con diversa competenza professionale (come sotto riportato in dettaglio).

Onde d’Urto focalizzate e variante Defocalizzate:

Generatori: Elettromagnetico, Elettroidraulico, Piezoelettrico

Indicazioni: come da elenco aggiornato riportato sul sito web (www.sitod.it)

Operatore: Medico “addestrato”

 

Onde Radiali o Pressorie:

Generatore: Meccanismo pneumatico ad aria compressa o bobina elettromagnetica

Indicazioni: come da elenco aggiornato riportato sul sito web (www.sitod.it).

Operatore: Medico “addestrato”; in alternativa, previa diagnosi da parte di medico esperto, il trattamento con onde radiali (o pressorie) può essere delegato a personale sanitario “addestrato”, che opererà comunque sotto la supervisione del medico esperto di cui sopra.

 

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla mailing list della società

Ricerca bibliografica

Consulta un archivio delle più recenti pubblicazioni in materia di Onde d'urto